Torna al
Sommario
del sito

Sommario "Ho'poponopono"   Home page 2° parte

HO'OPONOPONO IN PRATICA (1/2)

Esercizi vari

Brani tratti dal volume: "La pace comincia da te - Metti le cose al posto giusto".
di Josaya, che consigliamo vivamente di comperare. Lo trovate nel sito
http://lapacecominciadate.ho-oponopono.info/

Sommario


Gli strumenti qui descritti sono giunti fino a noi attraverso l’ispirazione di altri praticanti, con l’intento (fondamento dell’intera cultura Huna) di essere un aiuto pratico ed efficace, e sono sicuramente utili e funzionano. La cosa più utile ed efficace di tutto il processo è la nostra Intenzione ed essa è la leva più importante per noi e per le situazioni che ci troviamo ad affrontare. Alcuni di questi strumenti di pulizia possono avere effettivamente dei risultati sorprendenti nella gestione della nostra vita, ma ricordiamo sempre che "Mi dispiace", "Scusa", "Grazie", "Ti Amo" è la formula più importante ed efficace.

Presentazione up.jpg

Esistono vari metodi per ripulirsi e il sistema di Ho-oponopono contiene processi di pulizia che includono alimenti, respirazione ed esercizio. La cosa principale è l’uso delle frasi: "MI DISPIACE","PERDONAMI","GRAZIE","TI AMO", che possono essere pronunciate ad alta voce o ripetute in silenzio nella mente.

In ogni caso, tutti questi strumenti di pulizia sono giunti fino a noi, perché ispirati a qualcuno di coloro che hanno praticato Ho-oponopono prima di noi e quindi, anche se appaiono inspiegabili alla nostra mente razionale, non significa che non funzionino. Questi sono solo alcuni esempi dei numerosi strumenti di pulizia che sono stati riconosciuti. E, in ogni caso, sempre ogni processo di guarigione inizia con: "Mi dispiace", "Perdonami", "Grazie", "Ti Amo".

Tutti questi strumenti sono solo degli ottimi punti di partenza, o degli egregi ausili per la messa in pratica del processo. L’idea di fondo di tutto il sistema di Ho'oponopono è quella di connettersi regolarmente con la Divinità in modo che i nostri strumenti di pulizia più importanti risultiamo essere noi stessi.

Per chi comincia up.jpg

Ponetevi davanti ad uno specchio e guardatevi pronunciando queste semplici parole rivolte a voi stessi:  " Mi dispiace" "Perdonami" " Grazie" " Ti Amo". Può far sorridere, potrà sembrarvi dal principio strano o ridicolo. Quanta più resistenza troverete in voi stessi, tanto più questa tecnica, una volta sciolte le barriere, risulterà utile ed efficace.

Accendi l’interruttore della luce up.jpg

Un altro strumento specifico per rimuovere i programmi che si ripetono nella tua mente è ripetere mentalmente o a bassa voce "Accendi l’interruttore della luce, Accendi l’interruttore della luce, Accendi l’interruttore della luce." costantemente per tutto il tempo. Con questa frase, spegni metaforicamente i tuoi programmi.

In primo luogo, vale la pena ricordare che la gente, quasi mai, quando ci parla lo fa per dirci ciò che pensiamo voglia comunicarci. Se qualcuno ci racconta il suo problema, lo fa solo per darci la possibilità di rimuovere e pulire i ricordi che condividiamo. La prossima volta prima di reagire, prima di dare consigli o di esprimere un parere, ripeti: "Accendi l’interruttore della luce".

E’ molto probabile che dirai soltanto ciò che la persona aveva bisogno di sentire piuttosto che quello che tu pensavi fosse necessario dire. Molte volte non ci sarà nemmeno bisogno di parlare, di rispondere, o di dire qualcosa di specifico, il tuo interlocutore si sentirà meglio solo per il fatto che l’hai ascoltato ritrovando sé stesso miracolosamente, e non stupirti troppo se il problema svanirà.

La parola "Luce" è la password. Anche se alcuni degli strumenti presentati possono apparire strani, e anche un po’ sciocchi, ricordiamo che è solo la nostra mente conscia (l’intelletto) che li giudica così. Comunque se ci sembrano tali, non usiamoli e utilizziamone invece altri che sentiamo più affini.

Alimenti suggeriti up.jpg

Fragole e Mirtilli

Questi frutti cancellano le memorie. Si possono mangiare freschi o secchi, possono essere consumati come marmellata, o sciroppo sul gelato (meglio alla Vaniglia)!

Noce di cocco

Mangiarne un po’ mattina e sera o comunque piuttosto spesso. La parte oleosa fa da tramite al contatto e alla consapevolezza con la nostra parte divina. Cioccolata calda Questo è uno strumento che può essere bevuto e il suo scopo è mettere il Divino AL PRIMO POSTO.

Zenzero

Anche questo è uno strumento di pulizia e può semplicemente essere mangiato in ogni sua forma: in infuso, candito, cucinato a piacere.

Come affrontare una situazione o un problema up.jpg

Ho'oponopono, come ormai abbiamo capito bene è un metodo di compensazione che muta le vecchie energie su basi nuove. Questo ci libera dall’oppressione e dal blocco dei vecchi schemi che non servono più. Si può utilizzare in riferimento agli adulti, ai bambini, agli animali, agli oggetti e ai luoghi e anche (incredibile ma vero) al tempo.

È bene fare questo processo spesso, con tutti i propri rapporti per mantenerli freschi, leggeri e sani. Quando si cancella un collegamento con una persona con cui stiamo portando avanti una qualche relazione, potremo interagire con lei attraverso un altro legame più consono. Se siete sostenuti da intenzioni molto positive e da emozioni allineate alle vostre intenzioni per quanto riguarda questo rapporto attraverso Ho-oponopono riformerete la relazione su basi più solide. Ho-oponopono è una "visualizzazione guidata", una tecnica di lavoro con l’energia.

Di seguito uno dei modi per attivare il processo:

• Sdraiati in un luogo buio, confortevole, in un posto tranquillo, e chiudi gli occhi.

• Immaginati galleggiante sopra la tua testa, con l’intenzione di connetterti al tuo Sé Superiore.

• Visualizza sotto di te la persona, l’animale, l’oggetto, il luogo o il tempo (che ti manca, che hai sprecato, che vola troppo veloce) che desideri affrontare. Parlando nella tua mente, immagina di dire tutto il necessario per comunicare il tuo stato emozionale riguardo alla situazione che vuoi affrontare. Dì tutto quello che ti piacerebbe far sapere, soprattutto, le cose importanti che dovevano essere dette e non sono mai state espresse, e ringraziati per tutto il bene che è giunto nella tua vita e per tutte le opportunità che ciò che ti appare negativo ti ha procurato.

• Consenti al tuo "antagonista" mentale di rispondere completamente. Poniti in ascolto attento per ciò che può venirti trasmesso, ascoltando le parole e vedendo tutte le immagini nella tua mente.

• Vai avanti e indietro, rispondendovi a vicenda finché non si avverte che tutto ciò che c’era da dire è stato detto.

• Visualizza e consenti alla luce piena di Amore e alla guarigione di entrare attraverso la sommità della tua testa e lascia che ti riempia tutto il corpo. Quando il tuo corpo si è riempito fino a traboccare, lascia che questa luce scorra dal tuo cuore al tuo "antagonista".

• Immagina una spada fatta di luce, impugnala con la mano destra, e usala per tagliare tutti i legami che ti collegano all’ "antagonista". Invia la tua energia verso l’"antagonista" lascia che ne sia avvolto e poi lascia che ritorni a te. Quindi dai tempo alla luce di evaporare.

• Scollegati dal tuo Sé Superiore e reimmergiti nel tuo corpo.

• Senti l’energia nella tua pancia e lasciala tornare verso la Terra. Usa questa tecnica per disconnetterti da persone che non hai più bisogno restino collegate a te e anche per rinfrescare e raddrizzare le attuali relazioni che zoppicano. Così riconquisterai l’energia che hai investito nei rapporti precedenti e che puoi riutilizzare in maniera più costruttiva. Fai questo esercizio con buona volontà, con gentilezza, con bontà, con disponibilità, gratitudine e benedicendo il tuo "antagonista". Non assumere alcuna carica negativa dai rapporti in corso, ma sostituiscila con tutto ciò che c’è di positivo, propositivo e incoraggiante in questi rapporti.
www.HowellCanyonPress.com

Come migliorare le relazioni interpersonali up.jpg

Rilassati e concentrati sulla persona con la quale hai un rapporto difficile: immaginala davanti a te e prova a visualizzare tutti i particolari di questa persona: il viso, i capelli, lo sguardo, l’atteggiamento, il suo odore, quanti più particolari riesci. La cosa importante comunque è essere ben consapevole di chi è! Perdonati per le difficoltà che avete e perdona anche l’altra persona. Immagina di abbracciarla! Immagina che anche l’altra persona perdoni te e abbracciatevi nuovamente. Ripeti mentalmente: SCUSA, MI DISPIACE, GRAZIE, TI AMO, un po’ di volte finché ti senti più sereno.

Fai questo esercizio per una decina di minuti, restando concentrato sulla persona in questione. La prova per capire se il processo ha funzionato è quella di focalizzarti nuovamente alla persona con la quale hai dei problemi. Se riesci pensare a lei/lui senza provare sensazioni negative, allora ho-oponopono ha fatto il tuo dovere. Se invece i sentimenti negativi sono ancora presenti in te ripeti nuovamente il processo. Fallo con tutti (amici, parenti, conoscenti) quelli con i quali ti pare di avere dei problemi. Puoi farlo anche con persone con cui hai dei buoni rapporti, servirà a migliorarli ulteriormente.

Ho'oponopono come mantra up.jpg

Questo è un modo di praticare Ho'oponopono che si trova diffusamente in Internet e che viene consigliato di leggere a chiunque si accinga ad utilizzare la tecnica Ho-oponopono. Per leggere le istruzioni clicca qui

Il bicchiere d’acqua up.jpg

Riempi un bicchiere d’acqua di vetro di qualsiasi colore per 3/4 con acqua di rubinetto e lascialo scoperto che si possa ben ossigenare. Bisogna cambiare l’acqua due volte al giorno, una volta al mattino e una volta alla sera. Visualizza i tuoi problemi che vengono assorbiti dall’acqua del bicchiere e trasmutati dalla divinità liberandotene definitivamente. È possibile aggiungere all’acqua un po’ di farina di segale, ma non è tassativo.

Ricorda di cambiare l’acqua due volte al giorno, altrimenti i problemi traboccheranno.

L'Acqua Solarizzata blu up.jpg

Bere molta acqua è una meravigliosa pratica per risolvere i problemi, in particolar modo se è acqua solarizzata blu. L’acqua solarizzata blu è acqua (anche del rubinetto) esposta ai raggi solari per almeno un’ora in una bottiglia di vetro blu di colore uniforme, ben pulita e con un tappo non metallico. Quanto più l’acqua sarà rimasta al sole, tanto maggiore sarà la sua potenza.

Comunque il contenitore pieno di acqua naturale va lasciato esposto al sole per la durata minima di un’ora d’estate ed almeno quattro d’inverno, e poi lo si conserva solitamente per quattro - cinque giorni in un luogo buio e fresco. La solarizzazione dipende dal fattore temperatura, dalla posizione geografica e dall’ora del giorno.

Philip M. Chancellor suggerisce: "Sistemate un cubetto di ghiaccio nel bicchiere d’acqua che deve essere solarizzata. Quando esso si è sciolto in virtù dell’esposizione ai raggi solari, l’acqua si è caricata". E noto che il blu oltretutto ha un potere antisettico e impedisce perciò che l’acqua "marcisca", l’acqua conservata in un recipiente di vetro di questo colore mantiene le sue proprietà anche una settimana sia a temperature alte che basse.

L’acqua lasciata al sole nel contenitore di vetro per il tempo richiesto acquisisce le proprietà elettromagnetiche del colore. E’ importante che il colore del contenitore sia puro, uniforme e senza scritte pubblicitarie (eventualmente è bene scrivere parole d’Amore o il Mantra).

In caso di tempo nuvoloso, si può ovviare con una potente lampada ad incandescenza. L’acqua solarizzata dovrebbe essere sempre sorseggiata, ma va bene anche per le tisane o per lavare la verdura ecc. Quanto più l’acqua è fredda, tanto maggiore sarà la sua capacità di accumulazione.

L’acqua solarizzata veniva già usata nella medicina ayurvedica fin dal I secolo a.C., era usata anche in Egitto per scopi terapeutici circa 4000 anni fa. L’acqua cromo-solarizzata rappresenta uno dei sistemi migliori, più rapidi ed economici per introdurre il colore nell’organismo. Come il procedimento con le frasi, l’Acqua Solarizzata Blu pulisce le memorie della Mente Inconscia. Bevila spesso, ad ogni occasione.

Osserva la tua reazione all’uso dell’Acqua Solarizzata Blu. In alcune persone l’effetto è quello di un processo di disintossicazione psichica e fisica molto accentuata.

Il poster Ho'oponopono up.jpg

Uno strumento molto interessante può essere l’utilizzo del Poster. Puoi trovarlo qui:
http://hooponoponoinsights.wordpress.com/2008/08/15/free-hooponopono-
poster-of-dr-hew-len-with-built-in-hooponopono-cleaning-phrases/

Appendi il poster alla parete e quando lo guardi ti focalizzi già sulla pulizia interiore. Se hai qualche problema, guarda l’immagine ed immediatamente neutralizzi, cancelli le memorie, origine del problema.

Il poster in sé è calamitato con l’energia del significato delle frasi, grazie all’attenzione focalizzata su di esse quando l’immagine fu prodotta. È uno strumento poderoso. Ripeti le frasi, per il tempo che ritieni opportuno, guardando il poster.

La cosa bella è che, quante più persone vedono questi posters Ho-oponopono, tante più persone praticano Ho-oponopono con i posters, e tanto più forte è l’effetto riparatore. Questo accade perché l’immagine originale è come se fosse una fonte di energia, un’antenna trasmittente, ed è connessa con tutte le copie esistenti. La sensazione di benessere, di trasformazione è moltiplicata in maniera esponenziale per la attenzione e l’apprezzamento di molti.

Respirazione controllata up.jpg

"Ha" Il significato della parola "Hawai" è "Il soffio l’acqua del Divino." Il processo di respirazione "Ha" è semplice da fare ed è uno dei sistemi di cancellazione delle memorie, si attua nel modo seguente:

  • Seduto comodamente, le piante dei piedi appoggiate a terra e la schiena diritta;
  • Inspira lentamente senza cambiare posizione, espira contando mentalmente fino a 7.
  • Mantieni i polmoni vuoti contando ancora fino a 7.
  • Ripeti il processo 9 volte.
  • Puoi unire anche il dito indice al pollice di ogni mano, formando un cerchio ed intrecciarli, come il simbolo "infinito".
  • Mantieni questa posizione durante il processo.
  • Respira senza forzare, per non iperventilare, cosa che provocherebbe stordimento e malessere.
  • Pensa le frasi: MI DISPIACE, PERDONAMI, GRAZIE, TI AMO

Secondo il Dr. Hew Len questo processo può eliminare lo stato di depressione.

Usa una matita con gomma per "cancellare" i problemi up.jpg

Un altro strumento molto utile è la matita con la gomma da cancellare. Usi la punta con la gomma per picchiettare le cose che senti che contengono un carico negativo. Questo "carico" ha a che vedere con qualche memoria presente in te che si sta presentando alla tua attenzione appunto per essere pulita.

Questo processo è molto produttivo per i debiti, per le riscossioni, per i contratti, per le multe, per le bollette, ecc. In questo caso non è raccomandabile toccare le persone. Puoi usare un comunissimo quaderno e scrivere i problemi da trattare.

Metti la data sulla pagina, chiudi il quaderno e picchietta con la gomma sulla copertina del quaderno, chiedendo alla Divinità che neutralizzi in te qualunque memoria che possa provocare i problemi a cui il contenuto del quaderno si riferisce. Pensa continuamente le frasi consuete. Ci sono persone che preferiscono una busta, invece del quaderno.

Se stai pensando continuamente alle bollette e ai conti da pagare, mettili in una busta o dentro al quaderno, quindi con la gomma picchietta la busta o il quaderno, pronunciando le parole Ho-oponopono e chiedendo alla divinità che cancelli questi problemi dalla tua vita. Ricorda sempre che tu non stai per ottenere dei risultati prestabiliti. Non lo stai facendo per avere denaro per pagare i conti, per ottenere quell’impiego o quella promozione.

Tu non stai pulendo per ottenere che tizia o tizio ti chieda perdono. Tu stai chiedendo alla Divinità che pulisca le memorie in te che, in questo momento, stanno creando i problemi nella tua vita, le ansietà, i conflitti, le diffidenze, ecc. Non importa sapere da dove viene il problema, da chi o perché. È difficile che l’intelletto si apra con fiducia, ma con la pratica di Hooponopono sarai testimone che Dio sa molto meglio di te quale è la soluzione migliore per tutti.








Sommario "Ho'poponopono" Sommario del sito Home page 2° parte