Leggi l'informativa del Regolamento Europeo GDPR

Il sito utilizza cookies per una migliore esperienza di navigazione

Stampa

Feng Shui - la Casa, il Mio Tempio

FENG SHUI

“C’è un Tempio inviolato e inviolabile dove Io vivo.
C’è un Regno fatato dove il mio Spirito riposa.
C’è un magnifico luogo, dove la mia mente si rilassa,
il mio corpo si ritempra,
il mio Cuore canta
e la mia Anima … vola!
La mia casa.”

 

La nostra casa è il luogo che ci appartiene; lì tutto dovrebbe essere a misura nostra e donarci attimi di vera pace e relax.
Chi ci fa visita ne coglie immediatamente profumi, suoni, colori e vibrazioni.
Queste sono invisibili, ma percettibili al nostro essere profondo che, senza avvedersene le misura, e ci rimanda di lei una certa idea, a volte piacevole e accattivante, altra pesante, difficile, allontanante.
Già, perché in ogni nuovo ambiente i sensi ci danno una lettura e ci rimandano all’idea di una casa confortevole, accogliente, calda, serena, ricca, piacevole, magica, invitante …oppure escludente, infastidente, pesante, strana …
In altre parole, ci sono ambienti che ci attraggono, in cui ritorniamo o vorremmo ritornare volentieri, ed altri che non desidereremmo più frequentare e per questo generalmente evitiamo.
I luoghi che frequentiamo maggiormente, come le persone, finiscono per influenzarci. Ogni luogo, come le persone hanno una propria energia distinguente. Le case, che hanno lunga vita, possono, nel tempo, diventare un groviglio di energie negative, derivate sia dagli inquilini che dagli eventi accaduti, sia da influenze esterne: vicini, pettegolezzi e a volte, purtroppo a causa dell’intervento di magia negativa. La casa influenza poi chi ci vive.
Prendersi cura delle sue energie ci permette di evitare che delle energie indesiderate influenzino quindi la famiglia, causando spesso malessere sotto diversi aspetti. Mantenere le energie armoniose ha anche il vantaggio di formare uno scudo protettivo che impedisce alle negatività di penetrare nel nostro castello personale.
Che cos’è allora il Feng Shui?
È l’arte di organizzare in modo armonico l’interno e l’esterno della propria casa.
Il termine Feng Shui richiama le parole “vento” e  “acqua” che, secondo la Cultura Cinese, equivalgono a salute, pace, felicità e prosperità.
Ogni casa ha caratteristiche proprie sia fisiche, sia energetiche. Oltre a vivere nel proprio campo energetico, l’appartamento, come l’uomo, è immerso in una moltitudine di campi energetici, emanati dalle altre abitazioni e dagli edifici circostanti. Come tra le persone ci sono simpatie ed antipatie, lo stesso avviene tra le auree delle varie case in cui energie contrarie si scontrano, altre simili si attraggono, influenzandosi reciprocamente. Il campo energetico di una casa prende vita a partire dal terreno su cui è stata costruita (orientamento, esposizione, terreno, eventuali siti archeologici quali tombe, ecc). Ma è soprattutto l’energia prodotta dagli abitanti e dalle situazioni quotidiane che creano il “carattere” della casa. La maggior parte delle volte non entriamo in possesso di abitazioni nuove, ma le riadattiamo o le acquistiamo o affittiamo da altri, quindi sono precedentemente usate. Questo fa si che abitiamo case che hanno già un campo energetico personale e un passato.
Le case antiche, in particolare, sono pervase da un “carattere” molto forte.
Ricordo di aver mangiato in una casa con la pelle d’oca continua, nonostante la calura estiva; indagando, e per altre situazione accadute quella giornata, ho saputo che lì erano avvenuti due fatti di sangue e la casa, al di là delle presenze, ne serbava memoria.
Anche gli oggetti influiscono sulle energie della casa, in quanto portano con sé un bagaglio emozionale.
Il campo energetico della casa, infine si estende fino ai limiti della proprietà ovvero su giardini e terrazze.
Esternamente poi, l’aura della casa è infastidita dal vicinato, dai loro pensieri, dalle loro azioni; abitare con vicini volgari pettegoli o indiscreti, in zone ad alto tasso criminale, nei pressi di case abbandonate o in cui si sono verificati eventi negativi particolari (es. omicidi, suicidi, manifestazioni paranormali) influenza negativamente anche la propria dimora. In questi casi diventa opportuno rafforzare le proprie difese energetiche.

Sono in genere 5 i nuclei energetici più importanti di un edificio:

  • la porta d’ accesso,
  • la cucina,
  • il soggiorno,
  • la camera da letto
  • e la stanza in cui trascorriamo più tempo.

°La Porta d’accesso: è il portale principale,  che usiamo per accogliere anche gli estranei; che sia una porta o un cancello, è il luogo in cui le energie “personali” entrano in maggiore contatto con quelle esterne, e soprattutto permettono a queste di fare accesso nel nucleo della casa. Secondo le superstizioni e le tradizioni, è uno spazio abitato ad esseri e forze, energie, spesso pericolose. Per questo sono prescritti molti amuleti da appendere alla porta, riti per impedire al male di entrare e cosi via. Si tratta di una zona della casa che necessita di purificazioni molto frequenti. Questo ci permette di capire cosa può entrare e cosa può uscire. Spesso vi si appendono flauti o oggetti tintinnanti e riflettenti.

°Soggiorno: questa è zona della casa aperta alle energie che i visitatori si portano dietro, ma allo stesso tempo può essere usata come filtro per contenerle, impedendo agli estranei di muoversi in altre stanze più personali.
Questo può favorire una pulizia spirituale veloce dopo feste, serate, litigi, o visite indesiderate. 

°La Cucina è uno dei luoghi più intimi della casa, che sentiamo nostra in modo particolare, tanto che spesso non permettiamo agli estranei di accedervi subito. Nelle cucine del passato si trovavano sempre degli oggetti taglienti e forti, come forbici aperte, ferri di cavallo, cornucopie, mazzi di erbe protettive, corni ed immagini sacre. Perché? Semplice, qui si svolge una parte importante della vita familiare, cioè la preparazione dei cibi, la nutrizione e il dialogo. Portare molte energie negative in questa stanza, soprattutto quando si pranza e si cena, ci fa contaminare anche i cibi. Le negatività della cucina si ripercuotono su tutta l’armonia familiare, sulla salute e sull’economia. Nel Feng-Shui deve essere arredata e posizionata secondo criteri precisi; per esempio bisognerebbe evitare di posizionare i forni di fronte alla porta perché le energie negative colpirebbero chi cucina alle spalle e si dirigerebbero dritte sul cibo e quindi nel corpo.

°Le Camere da letto sono stanze importantissime, sono il luogo in cui si riposa e si recuperano le energie, perciò dovrebbero essere sempre mantenute equilibrate, in buona condizione energetica. Qui ci ritiriamo per sognare e pensare e vivere. La camera da letto è anche il luogo della vita di coppia. Pesanti energie sfavorevoli possono attaccare oltre che il riposo anche la relazione amorosa e la vita sessuale, causando tensioni, incomprensioni, difficoltà relazionali, situazioni spiacevoli e che possono determinare problemi più seri. Si consiglia sempre di farvi entrare meno persone possibili e di non usarle per svolgere altre attività, perché energie troppo dinamiche possono creare squilibri nel sonno. Le nonne tenevano spesso in camera da letto immagini sacre, sacchettini di lavanda o ruta, rosari e acqua santa quali amuleti. 

°C’è poi la stanza in cui trascorriamo più tempo, che sia lo studio, il salotto, la cantina, la soffitta o il bagno; questo ambiente dovrebbe rispecchiare la nostra personalità, essere privo di sporco e disordine, quindi evitate di arrabbiarvi e di lasciarvi andare a sentimenti negativi in questo luogo.
Cambiare spesso l’aria e purificarla periodicamente è un’abitudine sanissima, perché nel piccolo rappresenta uno specchio di sé e della propria vita.

Come purificare quindi questi ambienti?

 

Credo vi sia capitato di entrare in una casa e sentire una  sensazione spiacevole, la voglia di andare via e non tornare più.
Ecco, questo è un chiaro sintomo di energia negativa che la casa ha assorbito e che riflette nell’ambiente.
Quando cambiamo casa, è buona cosa fare un rituale di purificazione della casa, soprattutto se non è nuova ed è già stata abitata..
Quando sentite che c’è qualcosa che non va nella stanza, quando avete bisogno di un posto che vi dia energia positiva, possiamo ricorrere ad una purificazione semplice ma potente.
Se non avete mai fatto una purificazione, ed abitate da tanti anni in una casa, sentirete sicuramente, prima o poi, il peso di tutti gli anni passati lì, che impregnato le mura domestiche e i mobili.
Il legno dei mobili, soprattutto se legno vero, tende ad assorbire le energie negative, che emanano le persone e le cose. Se non purificato ogni tanto, il legno, dopo molto tempo risulta difficile purificarlo, proprio perché ha la caratteristica di essere vivo e trattenere fortemente le energie. Per questo oggi vediamo come fare una purificazione dell’ambiente. Il posto dove viviamo emana una sua energia: è molto importante per noi che ci viviamo lavorare in sintonia con esso, rispettandolo. Se una casa è purificata, ci viviamo  meglio,  ci accadono cose nuove, viviamo meglio e più in armonia  la nostra vita quotidiana.
Purificare ci offre nuove prospettive. Se non credete, basta sperimentare!
Per prima cosa togliamo i tappeti ed apriamo bene le finestre, dando spazio all’aria e alla Luce.
Adesso spazziamo bene tutta la casa con la scopa. La scopa oltre ad essere un oggetto comunissimo nelle case, è  in alcune culture, un oggetto magico per eccellenza. Serve a scacciare gli spiriti e le energie dalla casa.
È importante spostare tutti i mobili quando lo facciamo, in quanto le energie negative si nascondono negli oggetti che non muoviamo spesso, come i mobili. Spostiamo, spazziamo e puliamo quindi tutto bene, raggiungendo tutti gli angoli..
Adesso passiamo alla vera e propria purificazione. Accendiamo incensi e lumini nelle stanze principali della casa. Lasciamo che il profumo, il fumo e la luce si diffondano nelle stanze, ovunque. Il fumo degli incensi è un potente purificatore delle energie negative, mentre la Luce è un simbolo Divino e porta lucentezza e connessioni con l’alto, ingenerando anche contatti Angelici pulenti.
Ora iniziamo il lavaggio dei pavimenti; prendiamo tre pugni di sale ed un bicchiere di Aceto bianco.
Il sale grosso è un potentissimo purificante, assorbe e scaccia le energie negative, invece l’aceto pulisce naturalmente e scaccia il male.
Laviamo per bene tutti i pavimenti della casa con l’acqua preparata con questi ingredienti.
Vedrete, ma soprattutto sentirete che qualcosa comincia veramente a cambiare.
Quando sarà tutto asciugato e pulito, passiamo ad un altro intervento. Prendiamo un incenso, oppure uno ciuffo di erbe secche che abbiamo preparato precedentemente, (Menta, Eucalipto, Pino, una foglia di Malva, Salvia )
Accendiamo l’incenso o il ciuffo, e passiamo per tutte le stanze e lasciamo andare il fumo dell’incenso in tutte le zone della casa, specialmente negli angoli, dove le energie si accumulano maggiormente, anche dietro i mobili che abbiamo precedentemente pulito per bene.
Passiamo il fumo dell’incenso anche sopra di noi, per purificarci, mentre aspergiamo la nostra casa.
Se abbiamo delle campane o sonagli facciamoli vibrare e ordiniamo all’ ambiente di purificarsi e alle energie passate di lasciare la casa. Ottimi i mantra e le preghiere o i pensieri positivi e di grazie per la casa e i suoi spazi.
Se abbiamo sali benedetti, posizioniamoli ai quattro angoli della casa.
Adesso un alone di purezza girerà per le mura domestiche, sentirete una nuova aria nella vostra casa.
Sarete reattivi alle novità, ed avrete scacciato il passato che si ripresenta nel presente.
La casa ora sarà come fosse nuova, pulita e purificata dall’interno e da chi la ama e la vuole vivere. 

sottounarcobalenodiluce 

TwitterLinkedin